Link building: come creare backlinks di qualità

Link building come creare backlinks di qualità
27Dic, 2017

La link building è una tecnica SEO volta a incrementare il numero di link in ingresso verso un sito web. Lo scopo di questa pratica, in sostanza, è quello d’incrementare la popolarità del sito in questione, avvolte per conferire maggiore autorevolezza alla fonte, altre per motivi prettamente commerciali.

Non tutti i collegamenti (backlinks) sono uguali. Alcuni ti aiutano a migliorare il tuo posizionamento in Google , altri ti possono portare traffico importante per il tuo obiettivo, altri possono avere un effetto negativo sul SERP. Quindi il lavoro di link building deve essere svolto con professionalità.

Un backlink è un collegamento ipertestuale che punta a una determinata pagina web. I backlink hanno un ruolo importante nel calcolo della popolarità di una pagina web, detta “link popularity”.  In particolare rientrano tra i fattori che i motori prendono in considerazione per generare i risultati di ricerca.

Fare Link Building, creare backlink efficaci, è da sempre il modo migliore per avere un buon posizionamento sui motori di ricerca.

Analizziamo 3 tecniche pratiche di link building da inserire nella propria strategia SEO per migliorare il posizionamento di una pagina o un sito web e ottenere più visite.

  • Link Rotti
  • Guest Posting
  • Directory di alta qualità

Che cos’è il metodo dei collegamenti interrotti?

Il metodo dei collegamenti interrotti (broken link) è più popolare nelle attività di link building. La riparazione di link non funzionanti significa che dovrai sostituire URL originale o con un URL nuovo, di cui parlerò qui.

In termini generali di SEO, la costruzione di link può essere divisa come back links e link building interrotti.
Collegamenti interrotti sono più rilevanti, perché sono più specifici.

Un altro motivo è il fatto che questa strategia rende letteralmente Internet un posto migliore perché elimina gli errori. I motori di ricerca prestano particolare attenzione a questo, il che significa che la tua strategia di link building sarà apprezzata e premiata con un maggiore traffico organico.

La definizione è che aiutate i webmaster a sostituire i collegamenti non funzionanti e quindi a disporre di contenuti più pertinenti e migliori sui loro siti web.

Allo stesso tempo, collegheranno ai vostri siti Web, il che è un vantaggio reciproco.

Come trovare i collegamenti interrotti?

Il primo e il passo principale e di trovare collegamenti interrotti. Esistono numerosi modi per farlo, ma non tutti sono ugualmente efficaci. Assicurati di cercare sempre link non funzionanti su siti Web pertinenti alla tua attività, al tuo servizio o alla tua nicchia!

I tre metodi, comunemente usati e quindi altamente raccomandati, riguardano il targeting di potenziali links interrotti con parole chiave o link o URL diretto.

Tuttavia, la prima strategia o un metodo, se preferisci, è il migliore. È il più semplice e ti dà i migliori risultati in un breve periodo di tempo.

Tutto quello che dovrai fare è cercare su Google parole chiave specifiche, trovare pagine di risorse, controllarle e ottenere informazioni sul proprietario. Dopo ciò, la procedura è molto più semplice.

Come fare la ricerca per parole chiave?

Questo è il primo, vero passo nella ricerca delle parole chiave menzionate. Tieni presente che se commetti un errore qui, l’intera guida e l’intero processo saranno inutili.

Comunque, dovresti iniziare a cercare:

Parole chiave basate su categorie – Significa che dovresti utilizzare parole chiave che verranno scelte in base alla tua nicchia, non direttamente al tuo servizio o a un prodotto.

Parole chiave generiche – Un passo altrettanto importante è cercare parole chiave che potrebbero rientrare nel settore che stai cercando, ma non nel campo specifico di competenza.

Una volta che hai cercato e scoperto tutti i potenziali siti web che possono essere utilizzati, è giunto il momento di accumulare i risultati per ogni frase. Si consigliano circa 100 risultati per ricerca, il che significa che avrete bisogno di tempo per completare l’operazione!

Estrarre i link 404

Questo passaggio comporta l’ottenimento di tutti i collegamenti dalle pagine dei risultati di ricerca raccolti in precedenza. L’idea principale è estrarre i collegamenti e controllarli per errori 404. La cosa migliore da fare qui è scaricare e copiare i collegamenti con uno strumento noto come controllore del codice. Verranno visualizzati tutti i collegamenti con 404.

Scegliere il link più adatto

Una volta che hai raccolto una piccola base di link rotti , è giunto il momento di scegliere quelli più adatti. Qui, posso aiutarti dividendo il processo in due parti:

L’obiettivo principale è trovare un numero elevato di back link collegati a una pagina specifica. In questo caso, più link significano migliore successo.

La rilevanza è la prossima cosa migliore. Assicurati di controllare i collegamenti con Way Back Machine. In termini semplici, questo strumento ti consente di avere un’idea migliore degli URL memorizzati nella cache e di quelli che non sono bloccati dai web crawler.

È davvero un metodo impressionante che offre in realtà un enorme potenziale. Inoltre, è anche possibile controllare manualmente le pagine collegate per vedere la qualità del contenuto. Il punto è ottenere i link più rilevanti!

Ottenere i link

Usa Majestic SEO, Open Site Explorer per ottenere un elenco completo dei link posteriori al sito web di destinazione. La strategia è la stessa di un caso con parole chiave e i passaggi sono gli stessi.

Usare link mirati

Con questo metodo, avrai già il sito web mirato, il che significa che hai già scelto come fonte. Tutto quello che devi fare è controllare i collegamenti e trovarne un link rotto. Potrebbe essere un compito facile, ma non è molto efficiente.

Una volta trovato il link non funzionante, contatta il webmaster e fai il lavoro. Suggerimento: assicurati di trovare diversi link e siti web solo per aumentare il successo del metodo.

E i crawler dei siti web?

I crawler sono software che analizzano l’intero sito Web e trovano collegamenti interrotti e potenziali errori. Ce ne sono molti, ma non tutti di un’ottima scelta. Prima di tutto, assicurati di utilizzare un software che esegua la scansione del sito ” gentile ” o che possa essere rifiutato.

Inoltre, sono preferiti solo quelli conformi a robots.txt. Ne abbiamo scoperti alcuni, con il più alto tasso di successo e sono:

Xenu Link Sleuth- Semplice è efficace, un potente strumento SEO. Verificherà tutti gli errori e troverà i link non funzionanti. Sicuramente la prima scelta.

Deep Trawl: Una scelta preziosa che ti dà tutto ciò che devi sapere. Questa scelta è meno popolare rispetto alle altre due qui.

Screaming Frog SEO – Il software cercherà e troverà link non funzionanti, contenuti duplicati e così via. È sempre più popolare.

Scegliere il link più adatto da sostituire

Una volta completati i passaggi precedenti, è il momento giusto per determinare per quale collegamento interrotto dovresti contattare un webmaster.

Ci sono due regole qui:

Il link dovrebbe essere esterno. Le probabilità sono molto più alte di quelle che un webmaster sostituirà un collegamento esterno piuttosto che interno, aumentando il successo del processo. Significa anche che questo non è un loro errore, che ha anche un effetto positivo.

Assicurati che il link interrotto sia simile o uguale a quello che vuoi raccomandare come lo sono i posizionamenti.

Creare e migliorare il contenuto

Ora, dovresti creare un contenuto che è molto meglio di quello a cui è collegato il sito web target. Non è così semplice come sembra e hai bisogno di tempo e strumenti. La cosa principale da considerare è che hai bisogno di quanti più dettagli possibile per fare in modo che funzioni.

Gli strumenti consigliati sono:

Wayback Machine: Lo strumento in mente mostrerà il progresso e la storia di quel particolare contenuto. Puoi usarlo tutte le volte che vuoi ed è la cosa principale qui.

Effettua il primo contatto

Ora hai i link e siti web utilizzati per i collegamenti posteriori. Il prossimo pezzo di puzzle è contattare i web master.

È un processo che richiede tempo, ma non è complicato. Ci sono alcuni strumenti che puoi usare ma la vecchia, buona pagina di contatto è l’affare principale.

La prima email: Cosa include?

Il passo più importante è questo.
Se commetti un errore qui, tutto il lavoro che hai fatto andrà in vano, ma se hai successo, puoi aspettarti un’enorme ricompensa. Il trucco è scrivere un’e-mail che sarà adattata per un sito web e un webmaster specifico.

Il Template

Oggetto: Problemi con [ NOME DOMINIO]

Ciao,

Il mio nome è [TUO NOME] e rappresento [WEBSITE].
Ho letto i contenuti interessanti sul tuo sito, ma purtroppo ho scoperto dei problemi fastidiosi. Il problema è nei broken links.

Puoi vederli sulla pagina: [LINK].

Una volta ho provato a visitare questo link: [LINK] su [TESTO DI ANCORAGGIO] e ho avuto errore 404.

Ho trovato anche alcune risorse più rilevanti e nuove di quelle che hai usato. Possono essere visti a: [LINK]

Sarebbe bello se fosse possibile sostituire i collegamenti non funzionanti.

Grazie per il tuo tempo.

[TUO NOME]
[SITO WEB]

Come puoi vedere, la creazione del template è molto semplice e non richiede più di 5-6 minuti. Dovremo ripetere che ogni webmaster meriterà un’e-mail speciale e originale, al fine di ottenere il massimo successo. Inoltre, includi sempre le credenziali del tuo settore e i dettagli professionali il più possibile.

Creazione di link tramite guest blogging

Il guest blogging è uno dei metodi migliori per ottenere dei back link di rilievo con il testo di ancoraggio desiderato, aiuta anche a ottenere traffico. Il primo passo da fare nel guest blogging è quello di trovare dei blog che accettino i post degli ospiti.

Queste sono alcuni operatori di ricerca avanzati che possono aiutarti a trovare dei blog che accettano guest blogging:

Keyword+

  • “guest blog”
  • “scrivi per me”
  • “guest column”
  • “scrivi per noi”
  • “guest post”
  • “guest article”

Nota: Qui “Keyword” sta ad indicare il tuo settore o la parola chiave primaria.

Esistono anche molti blogger che non pubblicizzano espressamente o che accettano dei post ospiti, o altri che non hanno nemmeno mai pensato di accettare post ospiti. Dovresti rivolgerti anche a questi blogger.

Se hai un blog, puoi anche tu invitare dei blogger a scrivere articoli sul tuo blog. C’è sempre una alta probabilità che rimanderanno il link ai loro post.

Come trovare questi blog?

Intervistare altri blogger è anche un ottimo metodo per invitarli a fare del guest blogging. Crea una lista di blogger su un foglio Excel e annota anche la loro base dei subscriber ( numero dei lettori /iscritti), page rank, nome del blogger, dettagli del contatto.

Una volta che avrai sviluppato una lista di blogger rilevanti nel tuo settore, ordinali in modo decrescente secondo il numero dei loro iscritti. In blogosphere, l’autorità di un blog è determinata dalla sua base d’iscritti e non dal suo rank di pagina o dal ranking dei motori di ricerca.

Mira prima ai blogger più grandi, che hanno un grande numero d’iscritti, per ottenere la massima visibilità nel minor tempo possibile. Mira a ogni blogger, uno per uno.

Inizia commentando sui loro blog. Lascia dei commenti intelligenti e pertinenti. Seguili su Twitter, Linkedin, Facebook e su ogni piattaforma online. Aiutali in qualcosa che per loro è importante come ad esempio dargli un buon consiglio o fornirgli una fonte per risolvere un loro problema per ottenere una buona reputazione.

Una volta che avranno familiarizzato con voi, presentati. Digli di cosa ti occupi, cosa scrivi e cosa potresti scrivere, e se sono interessati nell’avere un tuo guest post.

Allega un esempio di un articolo che hai scritto su un tuo blog per mostrargli le tue capacità di scrittura. Puoi contattare i blogger anche attraverso il loro indirizzo mail.

Mantieni le tue mail brevi e coincise. Nessuno ha tempo per leggere la tua storia.

Sii unico in ciò che fai

Personalizza le tue mail e non dimenticare di elogiare i blogger. Se ti rispondo con alcuni consigli, includi questi consigli nel tuo guest post.

Effettua delle ricerche per scoprire di più sullo stile di scrittura e gusti dell’audience, e poi sviluppa un guest post che coincida con questo stile e gusti. Questo farà in modo che il tuo post venga accettato dall’audience del blogger.

Scrivi un post con contenuto interessante come faresti per un tuo post. Questo perché il tuo post rappresenta te stesso, la tua compagnia e il tuo brand. E’ la tua occasione per ottenere più follower da altri blog.

Assicurati di allegare un link al tuo sito sia alla fine del post ma anche all’interno del testo inserito in maniera intelligente.

Astieniti dall’auto promozione. Il tuo articolo non deve sembrare una pubblicità. Invia delle mail con il tuo post come text file allegato che ha anche un codice HTML.

In questo modo puoi mantenere il tuo testo di ancoraggio e formattazione intatta.

Come costruire collegamenti usando le directory

La creazione di collegamenti di directory è una delle tecniche iniziali di costruire di links che è possibile eseguire per aggiungere un po ‘di spinta al portafoglio di backlinks del tuo sito. Lo scopo e di aumentare i segnali di pertinenza e per far sì che le persone trovino il tuo marchio sito sul Web.

Generalmente, ci sono un sacco di discussioni sulle directory, indipendentemente dal fatto che possano ancora aggiungere valore al potenziale del ranking di un sito Web e se esistono directory di alta qualità oggi.

Le web directory sono ancora valide da considerare nella creazione di link per i seguenti motivi:

I clienti le utilizzano ancora per trovare servizi / prodotti all’interno di una città / area specifica.

Nel link building è semplice ottenere link da loro. Se stai lavorando con i clienti, un elenco di 15 o 20 collegamenti di directory potrebbe aggiungere alcuni dettagli ai tuoi rapporti settimanali SEO.

Guadagnare citazioni dagli elenchi locali invia più segnali a Google che il tuo sito web viene taggato o classificato in una specifica nicchia.

Fattori di qualità da considerare nella creazione di collegamenti di directory

Con tonnellate di directory là fuori, devi scegliere solo le migliori directory dove vuoi inviare il tuo sito web.

Ecco alcuni fattori che considero quando si qualifica una directory specifica:

Età dominio – con l’uso del webarchive, vedrai l’anno e la data di acquisto della directory. Sebbene nella maggior parte dei casi le vecchie directory siano state inviate per spam, ce ne sono ancora alcune che rimangono di alta qualità.

Revisione / discrezione editoriale: è possibile consultare lo standard delle norme e verificare quanto tempo dovranno rivedere ogni sito Web. Se non hanno linee guida editoriali rigide, è più probabile che siano directory automatizzate.

Pertinenza: cerca directory strettamente correlate che non abbiano alcuna sottomissione da parte di siti per adulti e giochi d’azzardo o quartieri cattivi.

Tipi di directory

Esistono tre tipi di directory che puoi trovare sul Web, che sono:

Specifiche di nicchia. Queste sono le directory che accettano solo contributi da siti web nella stessa industria.

Blog. Queste directory accetterebbero solo i blog come parte delle loro inserzioni.

Locale. Queste directory accettano le presentazioni da siti situati all’interno della stessa città / paese, di solito con lo stesso dominio di primo livello – TLD

Un ottimo modo per trovare directory strettamente correlate e di qualità è il reverse engineering. Per ogni tipo di directory, puoi applicare il reverse engineering semplicemente afferrando l’URL di un sito web di destinazione e scoprendo i suoi collegamenti in entrata usando Ahrefs.

Cerca un sito web che classifica per una parola chiave mirata. Elenca tutti i siti Web in un foglio di calcolo e filtra quelli di bassa qualità in base alle metriche di cui sopra. Scopri i link che puntano a loro usando Ahrefs.

Diversifica il tuo portafoglio di link.

La creazione di collegamenti di directory deve essere solo parte della strategia iniziale di creazione di collegamenti.

Ottimizza il tuo sito sfruttando un SEO Audit. Ottieni tutti i dati necessari per classificare meglio il tuo sito web in motori di ricerca, con istruzioni chiare e personalizzate da seguire. Un audit SEO è un controllo tecnico sul tuo sito web. Osserva gli elementi in-page e gli elementi essenziali fuori pagina per ottimizzare la visibilità, l’usabilità e la conversione del motore di ricerca.