Il Consulente Digitale: perchè è essenziale per un business online

Mag 8, 2021 | Professioni

Il consulente digitale è una figura professionale figlia dei tempi moderni perché, come si può intuire dall’espressione, opera nel mondo del web.

La richiesta di un servizio da parte del consulente digitale è in crescita dal momento in cui le aziende hanno capito che la presenza commerciale su internet è inevitabile ai fini dello sviluppo del proprio business.

Diventa quindi necessaria la consulenza di marketing un professionista che possa guidare le imprese nella realizzazione delle strategie online e nella loro attuazione.

Il problema che si nasconde dietro questa richiesta improvvisa è il rischio di incappare in professionisti che si spacciano per consulenti digitali quando in realtà non hanno né il background né l’esperienza per iniziare un’attività di quel genere.

Cosa fa un consulente digitale

Qual è il compito del consulente digitale? Di cosa si occupa esattamente? Il primo aspetto da considerare è la posizione che questa figura professionale ha rispetto a chi lo contatta per una consulenza o supporto.

Infatti, il consulente digitale non è dipendente ma un libero professionista il cui compito è quello di affiancare i propri partner affinché questi possano realizzare i progetti online desiderati.

In altre parole, questo professionista partecipa in maniera attiva sia alla fase di progettazione della strategia, sia a quella di realizzazione.

Non si tratta di una semplice preparazione di progetti in formato cartaceo ma la costruzione attenta che si basa su strategie digitali precise che hanno il fine di trarre importanti vantaggi all’azienda coinvolta.

A questo punto, una domanda sorge obbligatoria: come si diventa consulenti digitali?

Come si diventa consulenti digitali?

In genere, è un percorso formativo della durata di uno o massimo due anni, un iter decisamente meno lungo ed insidioso rispetto ai percorsi tradizionali ed altri lavori offline.

I motivi che possono spingere una persona ad intraprendere questo percorso professionale sono diversi: senza ombra di dubbio, è un ambito molto diverso ed intrigante se confrontato coi mestieri più classici.

Inoltre, “sopravvivere” in questo settore significa tenersi aggiornati di continuo, quindi essere al corrente con tutte le ultime novità.

Altro vantaggio di cui si gode diventando consulenti digitali è il fatto che non ci sono normative stringenti e percorsi di natura professionale, come nel caso di avvocati, commercialisti, giornalisti, ecc.

Inoltre, un consulente digitale potrà iniziare a lavorare non appena terminato il percorso di formazione.

Infatti, nonostante la poca esperienza, questo professionista può imparare giorno dopo giorno, tramite il cosiddetto learning by doing.

Anche in questo settore, la crescita professionale dipende dalla bravura e le competenze che il consulente ha acquisito nel tempo.

Quali sono le aree in cui il consulente digitale può apportare i propri servizi?

Una di queste è il settore SEO, specializzato nel posizionamento e l’ottimizzazione dei contenuti sui motori di ricerca come Google, Bing, ecc.

Una figura professionale di questo tipo ha una buona conoscenza del mondo del marketing online e possiede delle ottime competenze sugli argomenti legati all’ottimizzazione SEO (copywriting, blogging, content marketing, ecc.).

Il consulente digitale possiede competenze anche nel settore dell’advertising, un ambito molto variegato dato che ci sono tanti strumenti e canali che le aziende utilizzano per promuovere le loro attività online.

Alcuni esempi sono lo stesso Google, Linkedin, YouTube, Facebook, ecc.

Il consulente digitale interessato alla pubblicità sul web dovrebbe avere una conoscenza ampia di questi strumenti ma specializzarsi su uno o massimo due perché si tratta di servizi molto specifici.

Come si suol dire, buttare troppa carne al fuoco non è mai una buona idea. Di conseguenza, si consiglia di avere una buona padronanza di un paio di canali digitali, non di più.

Un altro contesto in cui la consulenza di questa figura professionale è fondamentale è quello dei social media, il mezzo di comunicazione per antonomasia nell’epoca del digitale.

Un buon consulente digitale è in grado di gestire i social media per conto di un’azienda, comunica con i suoi clienti, ne gestisce la community online e cura la produzione di contenuti multimediali che l’impresa mette a disposizione degli utenti.

Era digitale significa anche eCommerce, un settore che richiede grandi competenze da parte del consulente.

È un tipo di specializzazione molto richiesto, ragion per cui un consulente digitale deve possedere grandi competenze e abilità nelle strategie.

Un settore di nicchia per questa figura professionale è l’inbound marketing e la lead generation, utile ad ogni azienda per trovare l’utente in rete e trasformarlo in cliente.

Perchè la consulenza digitale è essenziale per un business online

La consulenza digitale risulta essenziale per un business online per diverse ragioni. Uno di questi motivi è la realizzazione di strategie digitali su misura, attentamente studiate per rispecchiare le necessità dell’azienda che richiede il progetto.

Termine molto utilizzato in riferimento a chi commissiona il progetto è quello di buyer personas, una rappresentazione ipotetica del cliente in base al sesso, età ed abitudini di acquisto.

Tutte queste caratteristiche non sono frutto di fantasia ma di una raccolta attenta di dati e la loro successiva analisi, analisi che poi porta alla creazione di questo profilo.

Un altro motivo che giustifica l’importanza del consulente digitale è che segue tutto il progetto monitorando i risultati man mano che si presentano.

Questi verranno modificati e quindi adeguati alla strategia. Altro ruolo che il consulente digitale riveste è la risoluzione efficace di problemi legati all’indicizzazione del sito web dell’azienda.

Un problem solver, una figura preziosa per le aziende

Proporre soluzioni che rispettino la strategia di digital marketing richiesta è fondamentale. C’è poi il discorso della digital transformation dell’azienda, quel processo di transizione che aiuta l’impresa ad adattarsi a questa nuova epoca digitale.

Trattandosi di una figura professionale indipendente, il consulente digitale può avere più o meno difficoltà quando arriva il momento di procacciare i clienti.

Infatti, la diffidenza iniziale non è così infrequente dato che le aziende stesse spesso ignorano i meccanismi che fanno muovere il lato digitale.

Un buon consulente digitale sarà in grado di spiegare, in maniera molto semplice e comprensibile, tutte le operazioni ed aspetti di cui andrà ad occuparsi per conto dell’impresa che lo ingaggia.

Chi sono

Chi Sono

Mi chiamo Luciano e lavoro come consulente SEO a Milano. Sono appassionato d’Internet e motori di ricerca da più di 20 anni.

La Search Engine Optimization è l’attività che qualsiasi imprenditore d’Italia deve considerare per avere il successo online desiderato.

Leggi anche: